ANIMALI VIVI

Anche il trasporto degli animali vivi è regolamentato da precise norme applicative, onde garantire la sicurezza sia per gli animali che per le persone.

IL TRASPORTO DEGLI ANIMALI VIVI
Con l'esigenza di ridurre le sofferenze degli animali durante i trasporti nazionali e internazionali è stata approvata la prima Convenzione del Consiglio d'Europa nel 13 Dicembre 1968.
Vengono affermati i principi generali che garantiscono il benessere agli animali durante i trasporti per terra, cielo e mare.
In particolare l'Italia ha partecipato attivamente alla stesura di questo " impegno dell'uomo verso gli animali". Ci si è resi conto che il " benessere dell'animale " è da perseguire con ogni mezzo garantendo durante il viaggio cibo, acqua, spazio e temperature adeguati alle necessità dell'animale.
In Italia, con il Regolamento di Polizia Veterinaria n. 320 del 1954, si era anticipato quello che la Convenzione Europea ha successivamente stabilito.
Il trasporto viene effettuato da società e da privati cittadini (trasportatori di animali vivi) a scopo com-merciale, sportivo, circense, amatoriale. E' previsto e regolato da norme Comunitarie e nazionali :
D.lvo n. 388/98 , D.lvo n. 532/92 e dal sopracitato Regolamento di Polizia Veterinaria n. 320/54.
Queste norme stabiliscono i requisiti degli automezzi, le modalità di carico e scarico degli animali, la densità di carico per ogni specie animale, la durata del viaggio e i requisiti che devono possedere gli operatori del settore.
Il Servizio Veterinario Area C è incaricato di fare applicare le normative vigenti, tutelando il benessere degli animali sia durante le operazioni di carico e scarico che durante il trasporto.
Per poter effettuare il trasporto degli animali occorrono due tipi di autorizzazioni:
1) AUTORIZZAZIONE E REGISTRAZIONE DEL TRASPORTATORE
2) AUTORIZZAZIONE E REGISTRAZIONE DEL VEICOLO

AUTORIZZAZIONE E REGISTRAZIONE DEL TRASPORTATORE
Chi intende effettuare il trasporto di animali vivi sulle pubbliche vie deve essere dotato di una apposita autorizzazione rilasciata dal Servizio Veterinario di competenza per territorio che attesti le conoscenze e le capacità professionali degli operatori.

COSA FARE?
Presentare domanda su apposito modello in carta semplice presso le strutture dei Servizi Veterinari competenti per territorio, finalizzata al rilascio di un attestato specifico di trasportatore di animali vivi.

DOVE?
Presso le strutture del Servizio Veterinario competente per territorio.

TEMPO NECESSARIO
5-10 minuti per presentare la domanda, negli orari di ricevimento al pubblico.
20-30 minuti circa per la valutazione ed il rilascio dell'attestato specifico dopo aver preso appuntamento con il Servizio Veterinario.

EROGAZIONE DELLA PRESTAZIONE
Iscrizione del trasportatore su apposito registro cartaceo e informatico tenuto presso il Servizio Veterinario.
Consegna dell'attestato di idoneità al trasporto di animali vivi . ( patentino ).
Attenzione !!! L'autorizzazione per il trasportatore non ha scadenza , ma può essere revocata in caso di comportamenti non compatibili con le normative sul benessere degli animali.
Circolare sul territorio Nazionale e Comunitario sprovvisti del patentino di trasportatore comporta una sanzione amministrativa di € 30,99.

COSTO
Il costo* della prestazione è di € 25,82 , a cui vanno aggiunte le eventuali spese specifiche del servizio.

* Per conoscere l'importo esatto della prestazione è necessario contattare il personale del Modulo Territoriale d'appartenenza.

AUTORIZZAZIONE E REGISTRAZIONE DEL VEICOLO
RINNOVO ANNUALE DELLA AUTORIZZAZIONE DEL VEICOLO

Tutti gli autotrasportatori, possessori di automezzi da adibire al trasporto di animali vivi sulle pubbliche vie , devono ottenere una specifica autorizzazione sanitaria riguardante il solo veicolo.
L'autorizzazione sanitaria al trasporto di animali vivi è rilasciata dal Sindaco del Comune di residenza dell'interessato, sentito il parere favorevole del Servizio Veterinario competente per territorio ed è valida un anno.

COSA FARE?
I possessori di automezzi che intendono trasportare animali vivi devono:

1) Presentare, presso il Comune di residenza, su apposito modello di domanda in carta legale,
la richiesta di autorizzazione al trasporto indirizzata al Sindaco, corredata da;
a) fotocopia del libretto di circolazione dell'automezzo con revisione regolare.
b) fotocopia di un documento di identità valido.

c) ricevuta del versamento sul c / c postale di 21,2 euro.
la domanda è completa di tutti i dati relativi al trasportatore ed al veicolo.
E' inoltre essere specificato il luogo dove avverranno le operazioni di pulizia e disinfezione
dell'autoveicolo. Il luogo suddetto deve essere preventivamente autorizzato dal Servizio Veterinario.
2) contattare il Servizio Veterinario e fissare un appuntamento per verificare i requisiti del veicolo da adibire al trasporto di animali vivi.

DOVE?
Presso le strutture del Servizio Veterinario competente per territorio per concordare la data e il luogo del sopralluogo.

TEMPO NECESSARIO
3-5 giorni per l'espletamento delle pratiche dal Comune al Servizio Veterinario.
10-15 minuti circa per il sopralluogo del veicolo.
3-5 giorni per il rilascio della autorizzazione firmata dal Sindaco.

COSTO
Per conoscere l'importo esatto della prestazione è necessario contattare il personale del Modulo Territoriale d'appartenenza.

EROGAZIONE DELLA PRESTAZIONE
Esame della documentazione presentata dall'interessato, sopralluogo ispettivo del veicolo, verifica della presenza dei requisiti di legge, compilazione del verbale di sopralluogo e invio del parere al Sindaco.
Se l'esito è favorevole , iscrizione del veicolo su un apposito registro cartaceo e informatico tenuto presso il Servizio Veterinario.
Attenzione : l'autorizzazione del veicolo è valida un solo anno. Ogni anno va rinnovata con le stesse modalità. Si consiglia di effettuare la domanda 15-20 giorni prima della scadenza e di controllare sempre la validità della revisione del mezzo. Circolare con il veicolo sprovvisto della prescritta autorizzazione sanitaria comporta una sanzione amministrativa di 430.3 euro.

AURIL & GOND

 

. .